IL MARKETING DEL BELLO: IL SUO SIGNIFICATO | Social Agency

IL MARKETING DEL BELLO: IL SUO SIGNIFICATO

persone che scappano
EVITA DI SOVRACCARICARTI DI STRESS
17 Marzo 2019
Come funziona e come farsi seguire su instagram
INSTAGRAM: Come Funziona & Come Farsi Seguire
29 Marzo 2019
Mostra tutti

IL MARKETING DEL BELLO: IL SUO SIGNIFICATO

Home staging: salotto decorato per la vendita o affitto

Home staging: l'arte di saper vender immobili con le foto e non solo!

Oggi vi vorremmo parlare di questa cosa, se così possiamo definirla, il marketing del bello, che prettamente, nemmeno esiste, ma è tutto intorno a noi.

A cosa corrisponde?

Facocero che si rinfresca in acqua
Un facocero che si rinfresca tra le acque del mare…. Se non è bello questo, allora cosa?

Scherzi a parte,

E’ qualcosa che ci circonda, noi magari non lo percepiamo, ma se ci poniamo una banalissima domanda, ovvero la seguente: perché acquistiamo qualcosa, qual’è la risposta?

E’ semplice: perché ci serve, è utile al nostro consumo, la qualità ed il prezzo sono molto competitivi ed è, semplicemente, bella.

E’ una cosa che ci piace.

Ci fa sentire bene.

Ma purtroppo ciò non dura per sempre: essendo abituati ad una società consumistica, la persona media si stanca in fretta.

Si annoia.

Abbandona il prodotto.

Ne acquista un altro, e ricomincia il ciclo.

Il bello è una filosofia più che un concetto, possiamo notarlo al 100% nei negozi di abbigliamento, negozi di cosmetica, concessionarie, nei mercati immobiliari, dove è essenziale presentare il prodotto nel migliore dei modi.

Qua inserisco un link, ricollegato ad un’impresa immobile, con una spiegazione breve sul come le immobiliari riescano a vendere ed affittare in poco tempo, tramite l’home staging; una presentazione degli ambienti più curata e dettagliata, e non mi stancherò mai di dirlo: PIU’ BELLA

Adesso qui, possiamo dire: “Beh, ma questo è fondamentale, è la BASE!”

Purtroppo questo concetto non è uguale per tutti: siamo vari e vediamo le cose da un diverso punto di vista, questo è ovvio. Ma abbiamo punti in comune che ovviamente limitano questo divario verso uno stesso punto.

Adesso rielaboriamo il concetto sotto un’altra prospettiva, quella online:

Quante volte vi è capitato di cercare sul browser la risposta ad un vostro quesito e  di visitare 2 o più siti web: entrambi esponevano lo stesso argomento, solo che uno era ben segmentato, con un layout più colorato, immagini esplicative, tabelle e grafici, senza annoiare o distaccare troppo l’attenzione, il secondo invece era un’accozzaglia di parole buttate su uno sfondo.

Ecco, il concetto era lo stesso, la presentazione, NO

Un altro esempio del bello nelle parole? Eccolo:

Sei al ristorante e nel menù leggi “Primizie di farina su vellutata di perle rosse di terra

WOW, dirai, fino al punto che ti accorgi che è la semplice PASTA AL SUGO, ma te la espongono in una maniera che ti persuada a provarla, perché magari, quella pasta avrà qualcosa in più rispetto alle solite.

Invece no, ma tu, nell’inconscio, credi di sì, gli dai più valore.

Ci sono migliaia di modi per valorizzare un qualsiasi prodotto più di quanto ne abbia, attraverso una buona rappresentazione di ciò che si vuol promuovere, ed un contenuto che lo rispetti.

A proposito di contenuti, qua spieghiamo brevemente ed in maniera concisa l’importanza del Content Marketing